Il brand Fast Casual romagnolo ha lanciato un’iniziativa per rendere ancor più protagonista il cliente del “calore e dei sapori di una grande tradizione”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Durante una passeggiata verso l’ora di cena nella food court sotto Piazza Gae Aulenti a Milano potreste aver notato un allegro affollamento in un particolare punto vendita: Ca’ Pelletti.

Da qualche mese sono infatti cominciati i corsi serali dedicati a chi volesse imparare a fare la pasta fresca: ragazzi, signori, coppie e amici trascorrono insieme qualche ora da studenti, tra materie prime e “arnesi del mestiere”: sembrano divertirsi ed essere molto coinvolti! Cosa ci restava da fare, se non provarlo?

Un’azienda di Ravenna che produce pasta fresca da trent’anni ha deciso di creare il proprio format di ristorazione, Ca’ Pelletti, che oggi conta due punti vendita a Bologna e uno a Milano. I locali si presentano come luoghi “tipici”, caratterizzati da un piacevole mix di tradizione emiliano-romagnola e tosco-romagnola. Lo scopo del brand è far respirare al cliente il grande senso di ospitalità ed accoglienza delle Ca’, antiche case coloniche a metà tra una cascina di campagna e un’osteria.

Arrivo, sono accompagnata da alcune amiche. Ci accoglie Rina, una simpaticissima signora emiliana che ci fa accomodare alla nostra postazione, dove troviamo un grembiule e un tagliere di legno sul quale sono posizionati i tre semplici ingredienti della sfoglia: la farina, le uova e un mattarello! La signora Rina è un concentrato di energia e coinvolge tutti quanti con il suo entusiasmo: prima ci mostra lei stessa le azioni da svolgere e poi ci lascia provare. Senza abbandonare gli “sfoglini” alle prime armi, passa tra i tavoli e quando c’è bisogno del suo aiuto non si risparmia!

Il corso è strutturato molto bene, ed essendo gli “studenti” poco più di una decina, siamo seguiti in ogni passaggio. Ciascuno di noi, chi più, chi meno, è riuscito degnamente “nell’impresa” e al termine tutti insieme ci godiamo un buonissimo aperitivo offerto dalla casa… Anzi dalla “Ca'”!  Al termine del corso, nel momento del congedo, le nostre “produzioni” gastronomiche della serata, in particolare le tagliatelle, ci vengono ri-consegnate in una graziosa scatola. L’esperienza di condivisione, divertimento e relax vissuta in questa serata ha decisamente superato le mie aspettative e il brand Ca’ Pelletti è riuscito ad entrare in modo memorabile nel mio cuore: non me l’aspettavo e, anzi, da “romagnola doc”, ammetto che qualche dubbio sull’autenticità dell’esperienza lo nutrivo.

L’Era del Cliente richiede anche questo ai brand che desiderino competere nei difficili mercati saturi del retail: instaurare una relazione “unica, sincera e genuina” con i clienti facendo loro vivere esperienze indimenticabili. La pubblicità “di massa” dell’Era del Marketing non è più uno strumento efficiente per farsi conoscere e per attrarre nuovi clienti che abbiano buona probabilità di affezionarsi a noi. Quando i brand, invece, hanno tanti “fan” e forniscono loro l’occasione e gli strumenti giusti, è dimostrato che questi attrarranno altri clienti “affini”, innescando un circolo virtuoso di passaparola! Oggi, “colpiti” da qualsiasi tipo di informazione, ci fidiamo maggiormente proprio dei consigli dei nostri amici! Ed è proprio da un’amica entusiasta che aveva seguito lo stesso corso che ne sono venuta a conoscenza e ho deciso di vivere questa esperienza da Ca’ Pelletti.

Ve la consiglio!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Previous post

3 BELLE OBIEZIONI E 3 RISPOSTE ANCOR PIÙ BELLE

Next post

FANATICS: BY FANS, FOR FANS