Pizza Hut vuole coinvolgere i tifosi a casa e farli sentire come allo stadio con una serie di divertenti iniziative.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Pizza Hut è stata fondata nel 1958 a Wichita, in Canada ed ora, parte del gruppo Yum!, con oltre 16.700 ristoranti in più di 100 paesi, è la catena di pizzerie con più ristoranti nel mondo.

Con semplici opzioni di ordine, tra cui l’app, il sito mobile, Amazon e Google, Pizza Hut cerca di fornire un’esperienza di pizza “facile” – dall’ordine alla consegna – e si impegna nel migliorarla continuamente. La catena sta riprogettando i suoi punti vendita e punti di consegna per migliorare il servizio e l’efficienza e dopo aver impiegato più di due anni nell’osservazione dell’intero ecosistema della consegna (dalla scatola, alla busta, alla spedizione) ha introdotto un innovativo sistema di mantenimento del calore della pizza di cui vi avevamo parlato (Clicca qui).

febbraio la catena John John ha ufficialmente chiuso i rapporti di sponsorizzazione con la National Football League (NFL) e Pizza Hut ha velocemente preso il suo posto senza pensarci due volte. “La NFL ha l’abilità di nessun altro campionato al mondo di ispirare, entusiasmare ed unire persone che altrimenti non potrebbero avere nulla in comune“, ha dichiarato a seguito degli accordi Marianne Radley, la chief brand officer di Pizza Hut.

Pizza Hut afferma che la strategia di sponsorizzazione è rivolta a chi fa “homegating”, il modo americano di definire la particolare esperienza di guardare una partita da casa, affinché abbia lo stesso entusiasmo e coinvolgimento di chi fa “tailgating”, che ha invece la possibilità di assistere alla partita allo stadio.

Zipporah Allen, responsabile marketing di Pizza Hut, espone in un comunicato stampa: “Stiamo davvero pensando a cosa possiamo fare in modo univoco come marchio e quali esperienze possiamo portare ai fan. La nostra strategia riguarda in particolare l’esperienza a casa. Il nostro compito è di unire le persone in quel momento e renderlo sempre più divertente e di intrattenimento.

Pizza Hut coinvolgerà i clienti attraverso diversi canali. Per iniziare, il marchio sta lanciando una piattaforma digitale chiamata “Game Plan” attraverso il suo programma fedeltà “Huts Rewards” con l’obiettivo di costruire la loyalty e consolidare un’abitudine nei consumatori. Funziona così: i clienti si registrano, scelgono la loro squadra del cuore e Pizza Hut si impegna a inviare i promemoria per le partite, sconti esclusivi e la possibilità di vincere premi durante la stagione tra cui un viaggio per due tutto pagato per la 53esima edizione del Super Bowl ad Atlanta. I promemoria vengono inviati ai tifosi tre ore prima dell’inizio della partita ricordando l’imminente partita e chiedendo loro se vogliono ordinare una pizza per l’occasione.

Pizza Hut ha fatto accordi con gli sponsor della NFL, Bose e New Era, per regalare attraverso i concorsi premi come il diffusore Bose SoundLInk Revolve, il cappello ufficiale Sideline Home 9FIFTY, una gift card di Pizza Hut da $100 e una gift card del negozio NFL da $50. Ogni giovedì vengono annunciati nuovi premi! Oltre ai reminder e ai concorsi, Pizza Hut offre per tutta la stagione a $7,99 una pizza Large due gusti (Guarda il video).

Il box della pizza è stato personalizzato con tutti i loghi delle 32 squadre che partecipano al campionato della NFL e sblocca “Beanbag Blitz”, che è una versione virtuale con realtà aumentata del gioco cornhole.

Una volta che un dispositivo Android o iOS, i giocatori hanno la possibilità di sbloccare il fattore “realtà aumentata” allineando la loro fotocamera alla scatola “special-edition” e lanciando a turno i sacchetti con il tocco di un dito. Il cornhole è un gioco tipico dell’esperienza tailgating e Pizza Hut ha voluto trasporlo anche nell’homegating inserendo la realtà aumentata per creare un’esperienza coinvolgente.

Abbiamo sfruttato la tecnologia per offrire ai fan un’esperienza davvero coinvolgente, in particolare combinando ciò di cui sono più appassionati: la loro squadra, lo spirito di competizione e, naturalmente, la pizza“, dichiara Zipporah Allen. “L’integrazione della componente AR nella nostra gamma di nuove esperienze sta allargando il nostro portafoglio digitale e coinvolge i tifosi in un modo completamente nuovo.”

Infine, Pizza Hut ha collaborato con la squadra dei Pittsburgh Steelers, facendo ballare i giocatori Antonio Brown e Juju Smith Schuster per lanciare la sua prima campagna nazionale della NFL (Guarda il video).

La Radly afferma: “Siamo entusiasti della stagione. Penso che quando guardi alle tre cose su cui siamo concentrati, con il “Game Plan”, la nostra pubblicità e il nostro packaging: tutto è rivolto a rendere unica l’esperienza per i clienti a casa“.

La sponsorizzazione per la NFL si evolverà e crescerà durante tutto l’anno poiché sono già state attivate collaborazioni con le squadre come i Pittsburgh, i Seattle, Los Angeles Rams e Los Angeles Chargers. Pizza Hut dichiara che queste partnership coinvolgeranno i fan per tutta la stagione attraverso iniziative locali, contratti con i giocatori, progetti di impatto sociale e altro.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Previous post

CUSTOMER EXPERIENCE? UN AFFARE (ANCHE) DA AVVOCATI! /1

Next post

LA ROMAGNA IN 22 RIGHE