A distanza di un anno dall’apertura del flagship store Woolrich di Corso Venezia, a Milano, siamo tornati nell’experience room del noto brand americano.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Come scrivemmo nel novembre 2017 (clicca qui), il Woolrich Concept Store propone ai visitatori una caratteristica unica a Milano: la “experience room” in cui è possibile provare i capi del brand ad una temperatura di -20 gradi in inverno e +5 d’estate.

All’interno della stanza, accompagnati dal personale dello store, rispetto a quanto notato durante la visita dello scorso anno, è stata inserita una “photo box” con la quale è possibile scattarsi una foto nell’atmosfera glaciale, aggiungendo eventualmente filtri e personalizzazioni. La foto verrà poi stampata all’esterno della stanza nel numero di copie che si desidera e inviata via mail, per rendere ancora più agevole la condivisione social. Questa experience room non è una semplice stanza raffreddata, ma un ambiente vero e proprio, fatto di neve artificiale, suoni e proiezioni. Il cliente si immerge completamente nell’ambiente in cui utilizzerà il capo! Inoltre, si viene accompagnati al suo interno da un addetto che spiega tutte le caratteristiche tecniche del capo che stiamo indossando. In questo modo vengono fatte vivere anticipatamente al cliente, immerso nell’esperienza, le promesse del brand: comfort, durevolezza, resistenza, calore e semplicità.

Un ulteriore elemento caratteristico del brand è quello della tradizione: è infatti presente un intero angolo dedicato ai capi classici, caratterizzati dalla trama quadrettata nera e rossa, tessuti resistenti e rigorosamente naturali. Sembrano posti all’ingresso dello store proprio per invitare il cliente in un percorso evolutivo all’interno del negozio. Addentrandosi, infatti, si incontrano due sale al cui centro sono posizionati capi di abbigliamento meno “impegnativi”, e ai lati di contorno, i classici parka, giacche e bomber. Non sembra chiara una divisione per “stile”: si alternano parka classici a giubbotti corti, dai colori sgargianti o dalle tinte militari. Sembra quindi che il cliente venga invogliato a scoprire e valutare stili diversi, valutando una diversità di capi che magari non avrebbe preso in considerazione.

Senza dubbio l’insieme dello store, dato da interessanti elementi esperienziali ed un intelligente visual merchandising, consente al cliente di vivere un’esperienza a tuttotondo, permettendogli magari di uscire con delle idee e degli acquisti in più, grazie all’organizzazione della merce sopra descritta che facilita momenti di cross-selling. Il tutto per permettere al cliente di vivere le fredde giornate invernali e le future vacanze con stile e comodità.

Giovanni Concini: https://www.linkedin.com/in/giovanni-concini-9a260a108/

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Previous post

SCANDINAVIAN AIRLINES: THE ARRIVALS

Next post

QUEL 10% DECISIVO DI NASI DELICATI